• staff@5terreacademy.com

Corniglia

Corniglia

Il borgo di Corniglia è l’unico che non si affaccia direttamente sul mare. (foto Archivio Parco Nazionale).

Posta in posizione centrale rispetto agli altri centri delle Cinque Terre, Corniglia vanta un’antica origine romana con una lunga e ricca tradizione agricola e fra tutti i borghi è l’unico la cui origine del toponimo è quasi certa, deriva da Gens Cornelia, famiglia romana proprietaria del territorio.

Altra peculiarità di Corniglia è quella di essere l’unico borgo che non si affaccia direttamente sul mare, è infatti arroccato su un alto promontorio di circa 100 metri, circondato da su tre lati da terrazzamenti della caratteristica forma a fasce coltivati a vigneti, che danno il rinomato vino bianco del quale furono addirittura ritrovate anfore vinarie riportanti la dicitura “Cornelia” durante gli scavi archeologici di Pompei.

Per raggiungere il borgo dalla stazione vi sono due possibilità, o la strada carrozzabile, oppure la lunga scalinata di mattoni, detta “Lardarina”, che comprende ben 33 rampe con 382 scalini.

La lunga scalinata di mattoni denominata “Lardarina” che con i suoi 382 scalini porta dal mare all’abitato

Le costruzione delle case è molto più accurata rispetto agli altri borghi, e gli edifici presentano molte decorazioni in pietra nei portali, ciò è dovuto al fatto che per molto tempo Corniglia fu una delle residenze della famiglia genovese dei  Fieschi.

Per lo snorkelista che voglia proseguire la sua visita al borgo, consigliamo la visita alla Chiesa Parrocchiale di San Pietro, posta nella parte più alta del borgo, mirabile esempio di gotico ligure la cui costruzione fu iniziata nel 1334 e che al suo interno ingloba un edificio sacro più antico, antecedente all’anno mille.

Ai piedi del promontorio la lunga spiaggia di ciottoli, ridotta nelle dimensioni per via delle sempre più violente mareggiate. Parallelamente alla galleria della ferrovia che collega Corniglia a Vernazza, si apre un’altra galleria, priva di illuminazione che porta alla famosa spiaggia di Guvano, per molti anni frequentata da naturisti di tutto il mondo.