• staff@5terreacademy.com

Alla Dottoressa Mascha Stroobant del DLTM la II ed. del premio “DonnAmbiente”

Alla Dottoressa Mascha Stroobant del DLTM la II ed. del premio “DonnAmbiente”

Si è svolta sabato mattina, presso la sede del Parco Nazionale delle Cinque Terre, a Manarola, la cerimonia di premiazione della seconda edizione del Premio DonnAmbiente che ha visto come vincitrice dell’edizione 2016, la Dott.ssa Mascha Stroobant del DLTM (Distretto Ligure delle Tecnologie Marine). A consegnare la targa, il presidente del Parco delle Cinque Terre Vittorio Alessandro.

Il Premio” – afferma Leonardo D’Imporzano, presidente di “5 Terre Academy” ed ideatore del riconoscimento – “nasce dall’idea di premiare e dare così visibilità a chi si fa portatrice dei temi sociali ed ambientali attraverso la divulgazione scientifica. Come appunto la Dott.ssa Stroobant che affianca al proprio lavoro di ricercatrice, un grande e costante impegno con incontri nelle scuole e laboratori didattici“.

Sono onorata di questo premio” dichiara la Dott.ssa Strobant, “ma per raggiungere i traguardi non si è mai soli: qui a Spezia siamo in tanti e tante a fare attività di questo genere e a credere fermamente che fare scienza sia un’esperienza coinvolgente da condividere con tutti. Come DLTM faccio parte del Gruppo di Divulgazione Scientifica (La Spezia Golfo delle Scienze) che unisce artisti, ricercatori e cultori della materia. Al gruppo appartengono, infatti, Enti di Ricerca del territorio (INGV, CNR-ISMAR, CSSN,ENEA-UTMAR, NATO STO CMRE, CNR-ICMATE), il Labter del Comune della Spezia, il Museo Tecnico Navale, l’ISA 2 “2 Giugno”, l’azienda pisana SteamFactory”

Inoltre con noi hanno lavorato anche appassionati e molte associazioni culturali del territorio (come l’Associazione Danzabilmente). E’ con loro che voglio condividere questo premio perché è la collaborazione a rendere efficace la diffusione della scienza, più che l’azione di una singola persona. Da soli è più semplice, ma è quando si è in gruppo che si ottengono i risultati migliori e più belli. E’ anche questa la filosofia di alcuni Progetti che ho seguito personalmente come il Progetto SEACLeaner e Percorsi nel BLU con CNR-ISMAR, INGV e l’ISA 2 “2 Giugno”, dedicato al monitoraggio dei detriti marini di origine umana e che ha coinvolto studenti, volontari, famiglie in un’ ottica più vasta di scienza partecipativa (la famosa citizen science). Citando Gadamer: “La cultura è l’unico bene dell’umanità che diventa più grande se molti partecipano ad essa.”

Contestualmente si è svolta la seconda edizione del “Bio Snorkeling Day“, un laboratorio teorico-pratico con la Dott.ssa Erika Mioni di “Percorsi nel Blu” (nonché docente presso l’ISA 2 “2 Giugno”), la Dott.ssa Silvia Merlino del CNR – ISMAR e la Dott.ssa Mascha Stroobant DLTM che hanno alternato una lezione teorica ad un laboratorio pratico di campionamenti. L’evento ha visto la partecipazione di numerosi studenti e volontari, che hanno potuto ammirare le bellezze sommerse del mare di Manarola.